Portale delle vendite pubbliche

Ideato già da più di 10 anni (il d.m. 31 ottobre 2006 lo introduceva all'art. 7 come "Portale vendite giudiziarie - [...] al fine di consentire una visione completa ed unitaria di tutte le vendite forzate in corso"), con la conversione in legge del d.l. 59/2015 (l. n.132/2015) il nuovo portale telematico è diventato obbligatorio.

Cos'è il Portale delle vendite pubbliche

Si tratta, appunto, di un portale unico dove far confluire tutte le procedure di vendita giudiziaria (esecuzioni individuali, sia immobiliari che mobiliari, esecuzioni concorsuali, e non solo). Il portale delle vendite pubbliche ha, in questo modo, sostituito l'affissione degli avvisi di vendita presso le cancellerie dei tribunali; rimane invariato l'obbligo della pubblicità telematica, cioè la pubblicazione degli avvisi presso i siti internet autorizzati sempre dallo stesso d.m. 31 ottobre 2006.

Un passo avanti nel mondo delle aste, che diventano così sempre meno complesse e alla portata di tutti.



Obiettivi di un portale unico per aste giudiziarie

Il Portale delle vendite pubbliche delle aste giudiziarie, ha come principali obiettivi quello di trasparenza, efficienza della gestione delle operazioni di vendita, e di elaborazione statistica. Ma non solo: tra gli obiettivi più importanti, forse, c'è il definitivo superamento della frammentarietà attuale.

Per chiarire: ad oggi, chi cerca un immobile a Roma, lo cercherà sul sito del tribunale di Roma. Certo, ma non è detto che il tribunale di Milano non abbia in vendita anche immobili su Roma che possono far parte del fallimento di qualche impresa residente a Milano. E per trovare questi ultimi, sarà molto complesso, perché in teoria ogni tribunale italiano potrebbe avere in vendita immobili situati in altre città. Anche se si fanno ricerche sui siti autorizzati, non è detto che il nostro immobile a Roma sia per esempio gestito da un tribunale che non è convenzionato con quel sito, e che pertanto non compare sul loro sito. Se infine volessimo anche tentare la ricerca sui siti degli istituti di aste giudiziarie, non avremmo mai la certezza dell'esaustività, perché per esempio non tutte le procedure hanno un custode incaricato, e se lo hanno, non è detto che sia un istituto di aste giudiziarie, che potrebbe anche non appartenere al circuito associativo nazionale e quindi avere un proprio sito internet staccato da quello istituzionale e difficile da trovare.


Benefici del Portale delle vendite pubbliche

Proprio per ovviare a tutti questi problemi di sincronizzazione, semplificazione ed integrazione dell'informazione, si è capito che una delle soluzioni per avvicinare quanti più offerenti possibile al mondo delle aste giudiziarie, era quella di accentrare in un unico portale tutte le informazioni relative alle aste immobili (beni immobili, mobili, crediti, aziende, etc.) da parte dei tribunali. Solo così la ricerca sarà immediata e facile. Infatti il portale permetterà ricerche anche molto approfondite, attraverso i classici filtri quali la tipologia abitativa, l'indirizzo, il tribunale, il prezzo base d'asta, o anche il "raggio d'azione" entro cui ricercare l'immobile.



A quello che è dato di sapere, una volta individuato l'asta giudiziaria dell'immobile su questo portale unificato, si verrà poi indirizzati ai singoli siti degli operatori telematici autorizzati, che in base all’art. 490 c.p.c. continueranno a svolgere la funzione di raccolta della pubblicità obbligatoria e conterranno i documenti scaricabili, quali la perizia, l'avviso di vendita, le fotografie, etc.

Si avrà poi anche un doveroso collegamento tecnico con altri siti, sempre autorizzati dal Ministero della Giustizia, che avranno il compito di gestire in modalità telematica proprio la fase di vendita dell'asta, cioè la raccolta delle offerte, l'apertura delle buste, la gara con i rilanci, la verbalizzazione dell'aggiudicatario, etc. (secondo le specifiche previste dal d.m. n.32 del 26 febbraio 2015). E di cui non si conosce né il costo, né a carico di chi sarà (procedura, e quindi creditore procedente, o aggiudicatario).

Per concludere, il portale delle vendite pubbliche è sicuramente un valido supporto per una migliore gestione della promozione delle vendite in asta giudiziaria. Ci auguriamo che possa rappresentare un punto di riferimento e di partenza per tutti coloro che vogliono informazioni sulle aste giudiziarie.


Simone Luchini